European Commission
Ministero per i beni e le attività culturali

Tutte le News

Pagina 1 di 5

L'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) ha reso noti i risultati della selezione relativa al bando "Progetti della Società civile" 2020 del programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui call è scaduta il primo settembre 2020.

Le richieste di sovvenzione ammissibili sono state 571, provenienti soprattutto da Italia (22%), Spagna (8%) Belgio (6%) e Polonia (6%). I progetti selezionati sono stati 33, hanno conseguito un risultato uguale o superiore a 82/100 punti, ottenendo finanziamenti per un ammontare totale pari a 4.478.950 euro.

Nel complesso l'Italia ha presentato 128 candidature, delle quali 6 sono risultate vincitrici. I progetti italiani selezionati sono:

  • Engaging citizens in Understanding Migration through crossborder Exchange and intercultural Dialogue - broadening (presentato da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli).
  • Civic Monitoring for the Future of Europe (presentato da Demostene Centro studi per la promozione dello sviluppo umano).
  • EuReCa - EUropean REpublican CAfès (presentato da Associazione di promozione sociale ACMOS).
  • CommEUnication - Youth Engagement for Communicating the EU (presentato da FIDU ETS - Federazione italiana diritti umani - Comitato italiano Helsinki).
  • Bricks made of Words: building Europe again through dialogue (presentato da ARCI Comitato territoriale Valdarno APS).
  • Alternative Green Areas For Rural Europe (presentato da European laboratory on training education and citizenship).

L’elenco completo dei progetti selezionati è disponibile sul sito della Commissione Europea.

L'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) ha reso noti i risultati della selezione relativa al bando "Gemellaggio di città" 2020 – round 2 del programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui call è scaduta il primo settembre 2020.
Le richieste di sovvenzione ammissibili sono state 272, provenienti soprattutto da Slovacchia (24%), Italia (16%) e Ungheria (14%). I progetti selezionati sono stati 106, hanno conseguito un risultato uguale o superiore a 71/100 punti, ottenendo finanziamenti per un ammontare totale pari a 1.994.070 euro.
Nel complesso l'Italia ha presentato 44 candidature, delle quali 13 sono risultate vincitrici. I progetti italiani selezionati sono:

  • Landscapes of Integration in EUrope (presentato dal Comune di Fregona).
  • Shepherds of Europe (presentato dall’Associazione culturale Malik ETS).
  • United in Solidarity: Collegno-Sarajevo strengthening the European bridge (presentato dal Comune di Collegno).
  • EURopean Integration. From Crisis to CAtharsis (presentato dal Comune di San Pietro al Natisone).
  • Responsabilità e Solidarietà. Un’Europa più forte contro crisi e pandemie (presentato dal Comune di Guardea).
  • European Youth "We are the Future of Europe" (presentato dal Comune di Mongiuffi Melia).
  • Ricominciamo da noi per una Europa solidale contro l'euroscetticismo (presentato dal Comune di Montemarciano).
  • Small villages resilience and revenge (presentato dal Comune di Civitacampomarano).
  • Over the Walls: Citizenship open to welcome Migrants (presentato dal Comune di Forza D'Agrò).
  • Diversity City-Zen (presentato dalla Città di Fossacesia).
  • Local Deal for Green (presentato dal Comune di Lurate Caccivio).
  • develop EUropean citizenship in Rural arEas through the rediscovery and enhancement of loCal heritAge (presentato dal Comune di Calatafimi Segesta).
  • EU: une vision d’avenir commune (presentato dall’Associazione Laboratorio del cittadino).

L’elenco completo dei progetti selezionati è disponibile sul sito della Commissione Europea.

L'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) ha reso noti i risultati della selezione relativa al bando "Reti di città" 2020 – round 2 del programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui call è scaduta il primo settembre 2020.
Le richieste di sovvenzione ammissibili sono state 173, provenienti soprattutto da Italia (32%), Spagna (13%) e Bulgaria (7%). I progetti selezionati sono stati 19 e hanno conseguito un risultato uguale o superiore a 81/100 punti. Le partnership costruite dai vincitori sono risultate forti e ampie, con una media di 12 organizzazioni per progetto.
Nel complesso l'Italia ha presentato 57 candidature, delle quali 4 sono risultate vincitrici. Due progetti italiani, in particolare, si sono classificati al primo e secondo posto assoluto, conseguendo i punteggi più alti. I 4 progetti italiani selezionati sono:
-    Solidarity in PRoGress, presentato dal Comune di Borgomanero (No);
-    Internet access for Partecipation, Learning and Active Youth, presentato dal Comune di Castrignano del Capo (Le);
-    ResiliEurope - Islands Territories Citizens Resiliency, presentato dall’Associazione Sarda degli Enti Locali (Cagliari);
-    Create A Sinergy in Europe, presentato dall’associazione culturale Lighthouse Languages (Orte, Vt).
L’elenco completo dei progetti selezionati è disponibile sul sito della Commissione Europea.

La programmazione europea del ciclo 2014-2020 è giunta alla fase conclusiva e anche il programma Europa per i cittadini, dopo gli ultimi bandi chiusi a settembre 2020, si prepara ad affrontare il futuro con delle novità. Nel prossimo settennato 2021-2027, infatti, Europa per i cittadini, insieme al programma Rights, Equality and Citizenship (in italiano “Diritti, uguaglianza e cittadinanza”), convoglierà in un unico macroprogramma denominato Citizens, Equality, Rights and Values (CERV), in italiano “Cittadini, uguaglianza, diritti e valori”. Il raggruppamento dovrebbe facilitare la semplificazione e portare ad un rafforzamento reciproco e ad una maggiore efficacia.

L'obiettivo generale di questo nuovo programma è proteggere e promuovere i diritti e i valori sanciti nei trattati dell'UE e nella Carta dei diritti fondamentali dell'UE, dando sostegno anche alle organizzazioni della società civile, al fine di favorire la formazione di società aperte, democratiche e inclusive. A questo obiettivo generale, corrispondono i seguenti tre obiettivi specifici:

  • promuovere l'uguaglianza e i diritti (sezione “Uguaglianza e diritti”): concentrarsi sulla prevenzione e la lotta alle disuguaglianze e alla discriminazione, sostenere politiche globali per promuovere e integrare l'uguaglianza di genere e l'antidiscriminazione, nonché le politiche per combattere il razzismo e tutte le forme di intolleranza, proteggere e promuovere i diritti del bambino, i diritti delle persone con disabilità, i diritti di cittadinanza dell'Unione e il diritto alla protezione dei dati personali;
  • promuovere il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini alla vita dell'Unione (sezione “Coinvolgimento e partecipazione dei cittadini”): concentrarsi sull'aumento della comprensione da parte dei cittadini dell'Unione, della sua storia, del patrimonio culturale e della diversità e promuovere lo scambio e la cooperazione tra cittadini di diversi paesi;
  • lottare contro tutte le forme di violenza (sezione “Daphne”): concentrarsi sulla prevenzione e il contrasto a tutte le forme di violenza contro bambini, giovani, donne e altri gruppi a rischio e sul sostegno e la protezione delle vittime di tale violenza.

Sulla base di quanto deciso dal Consiglio straordinario europeo tenutosi lo scorso mese di luglio, il nuovo programma Citizens, Equality, Rights and Values è stato inserito nel bilancio dell’Unione 2021-2027 con una dotazione finanziaria complessiva pari a 841 milioni di euro.

L’Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) ha recentemente comunicato che, dopo le difficoltà determinate dall'emergenza sanitaria da Covid-19, sono ripresi i negoziati per la definizione del regolamento del programma e del relativo mandato all'Agenzia stessa. I nuovi bandi saranno pubblicati sul portale Funding & Tender Opportunities solo alla fine di questo processo (news del 15 ottobre 2020, Information about EACEA's new generation of funding programmes).

Per conoscere gli aggiornamenti e rimanere informati, è consigliabile consultare periodicamente la sezione Latest Europe for Citizens News nel sito ufficiale dell'EACEA e la piattaforma Funding & Tenders Opportunities.

Materiali di approfondimento:

Sono online i risultati della selezione per il bando "Memoria europea" 2020 del programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui scadenza per la presentazione delle domande di candidatura era fissata al 4 febbraio 2020.

Le richieste di sovvenzione ammissibili sono state 255, provenienti soprattutto da Italia (19%), Polonia (13%) e Spagna (8%). I progetti selezionati sono stati 49 ed hanno conseguito un risultato uguale o superiore a 82,5/100 punti.

Nel complesso l'Italia ha presentato 48 candidature, delle quali 6 sono risultate vincitrici. I 6 progetti italiani selezionati sono:

  • Intolerance Has No Place in the 21st Century, presentato dalla Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea – CDEC ONLUS;
  • European citizens United in FREEdom and human rights, presentato da Adriatic Greenet ONLUS;
  • Personal stories of discrimination and persecution under the totalitarian regimes of the xx century, presentato da Associazione ATRIUM - architecture of totalitarian regimes of the XX century in europe's urban memory;
  • TElling the story, Learning from Listening, presentato da YOUNET;
  • ArtForRememebrance, presentato da Associazione Giovanile Culturale Iodeposito;
  • DEclaration of Schuman: Initiative for Revitalizing Europe, presentato dal Comune di Lavarone.

L’elenco completo dei progetti selezionati è disponibile al seguente link: https://eacea.ec.europa.eu/sites/eacea-site/files/rem_2020_selected.pdf

Sono online i risultati della selezione per il bando "Gemellaggio di città" 2020 – round 1 del programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui scadenza per la presentazione delle domande di candidatura era fissata al 4 febbraio 2020.

Le richieste di sovvenzione ammissibili sono state 284, provenienti soprattutto da Slovacchia (22%), Ungheria (20%), Italia (12%) e Romania (9%). I progetti selezionati sono stati 127 ed hanno conseguito un risultato uguale o superiore a 71/100 punti.

Nel complesso l'Italia ha presentato 35 candidature, delle quali 19 sono risultate vincitrici. Due progetti italiani, in particolare, si sono distinti nella classifica, posizionandosi al terzo e quarto posto assoluto. I 19 progetti italiani selezionati sono:

  • United 2020, presentato dal Comune di Este;
  • Comuni senza frontiere, presentato dal Comune di Granze;
  • Encouraging Municipalities in European ideals, paragons and solidarity, presentato dal Comune di Benna;
  • Immigration for Integration...tell your story, presentato dall'Associazione gemellaggi di Castagnole nelle Lanze;
  • Creative Cities, Climate Change and Citizens, presentato dal Comune di Fabriano;
  • EUYouth VS EUsceptics: European opportunities for Youth access to rights in rural, perifpheral, disadvantaged areas, presentato dall' Agenzia di promozione integrata per i cittadini in europa APICE;
  • BArgain BEyond Languages, presentato da MESHY (Media Education Sustainability, Hospitality, Yeah);
  • Solidarietà e coesione fra comunità europee per affrontare e vincere le sfide del nostro tempo, presentato dal Comitato dei gemellaggi del Comune di Sovicille;
  • Europe for COoperation and Solidality, presentato dal Comitato gemellaggio di Castiglione in Teverina / Pro loco;
  • Active Citizenship for a Tighter-knit International Solidarity, presentato dal Comune di Gallese;
  • Let's ask the EU!, presentato dal Comune di Ricigliano;
  • European Citizens for Solidarity, presentato dal Comitato per il gemellaggio del Comune di Santa Teresa di Riva con il paese francese di Fuveau;
  • Your rights in EU, presentato dal Comune di Sapri;
  • Every corner of the Union, presentato dal Comune di Salvitelle;
  • Sunshine of a New European Future, presentato dal Comune di Scaletta Zanclea;
  • Citizens for Europe in the Citizens' Europe, presentato dall’Associazione di gemellaggio Meolo-Berre;
  • Alpi che uniscono: vivere l'Europa, presentato dal Comune di Bricherasio;
  • "No culture can live if it attempts to be exclusive", presentato dal Comune di Roccapiemonte;
  • Meet in Person, presentato dal Comune di Mileto.

L’elenco completo dei progetti selezionati è disponibile al seguente link: https://eacea.ec.europa.eu/sites/eacea-site/files/tt_round_1_selection_results.pdf

ECP - ITALY

Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo
Segretariato Generale
Via del Collegio Romano, 27 - 00186 Roma